Giocando si suona

a cura di Luigi Giova

Laboratori musicali per bambini dai 3 ai 36 mesi, dai 4 ai 6 anni e dai 7 ai 10 anni

Il progetto “Giocando si suona” si offre come percorso didattico-esperenziale attraverso cui i bambini imparano facendo, permettendo loro di uscire dai banchi di scuola e vivere un modello di apprendimento attivo. Il principale riferimento didattico-musicale è costituito dall’Orff-Schulwerk, un approccio che – grazie al rilievo dato all’integrazione di musica-movimento-parola, al gruppo, alla globalità dei processi e alla creatività – è in grado di fornire un’esperienza di apprendimento significativo ed emotivamente partecipato. Si tratta di corsi di alfabetizzazione musicale all’interno dei quali i bambini acquisiscono delle competenze nell’esperienza di gruppo. Giocare con storie, favole, immagini, strumenti. Il tutto si realizza in un contesto gioioso, in cui il bambino è messo nella condizione di sonorizzare e suonare da subito, di improvvisare e comporre, di procedere consapevolmente verso il padroneggiamento delle proprie competenze musicali.

I corsi di “Giocando si suona” sono:

“InCanto” 3-36 mesi

InCanto è un viaggio fatto di ascolto, di vocalità, di movimento, di relazione attraverso la musica. Tempi, modi, respirazione, tonalità, suono, silenzio diventano attività da sperimentare attraverso il gioco e le coccole di mamma e papà per un’immersione totale nella dimensione musicale in cui l’unico linguaggio ammesso è quello dei suoni. Il corso è aperto ai bambini dai 3 ai 36 mesi e le lezioni sono svolte con la presenza ed il coinvolgimento di almeno un genitore (o un accompagnatore) che ha l’opportunità di vivere una speciale esperienza formativa ed emotiva insieme al proprio piccolo.

“La musica è un gioco” 4-6 anni

Il bambino a questa età vive una serie di trasformazioni sostanziali. Le metamorfosi di questa fase, decisive per la costruzione della sua personalità, impegnano il corpo, la mente, l’affettività. Il bambino abbandona la dimensione dell’accudimento materno e afferma se stesso conquistando progressivamente la propria autonomia. Il tipo di attività musicali proposte sostengono e accompagnano il bambino nel compito di crescere. Fare musica significa in questa fase un intreccio costante di campi di esperienze: corporeità e motricità, suono e ascolto, creatività ed espressione, contatto e interazione. Fare musica significa attivare globalmente il bambino per consentirgli di misurare e di accrescere tutte le sue competenze, giungendo a una nuova e più evoluta definizione di sé.

“Ogni favola è un suono” 7-10 anni

L’attività musicale proposta promuove a questa età la capacità di autoregolazione del bambino, la sua competenza a darsi e a rispettare un codice di comportamento, a lavorare e imparare in maniera coordinata assieme ad altri, a fornire una prestazione. Integra, lo sviluppo di abilità primarie, quali la coordinazione, la lateralizzazione, l’attenzione e la memoria, l’astrazione e la simbolizzazione, la verbalizzazione di concetti e di vissuti. L’intervento ha come fondamenti metodologici la motivazione attraverso il gioco, l’attivazione attraverso la pluralità di canali espressivi e comunicativi, la forte valenza relazionale. L’innovazione più rilevante per questa fascia d’età, oltre alla oggettiva complessità dei contenuti musicali, è l’introduzione di sistemi di lettura e scrittura in musica. Danzare, elaborare coreografie, cantare, eseguire brani a più voci, interpretare melodie per consolidare la capacità di pensare in musica.

  • Luigi Giova
  • Luigi Giova

    Luigi Giova

    Docente di musica presso la Scuola Primaria “M. Orsola Mezzini” di Benevento, impegnato come musicoterapista nell’ambito dei disturbi neurodegenerativi e delle psicopatologie dello sviluppo. Dopo la laurea in “Conservazione dei beni culturali” presso l’UNISOB di Napoli ed il Diploma Accademico di II Livello in “Discipline musicali” al Conservatorio di Benevento, si è specializzato nella metodologia “Orff-Schulwerk” -ed. musicale dai 3 agli 11 anni – presso l’Università Tor Vergata ed il CDM di Roma. Ha ottenuto il Master in “Musicoterapia” presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Pavia. Nel 2012 dà vita al progetto didattico “Giocando si suona” realizzando da allora laboratori musicali presso scuole, enti e associazioni.